scatoloni

finalmente mi sto trasferendo, e sto riaprendo gli scatoloni che avevo chiuso dopo il trasloco a settembre 2014 dall’appartamento che io e FS condividevamo. Mia madre li aveva messi in soffitta, lasciando alla mia vista solo quelli con scritto: VESTITI E LIBRI.

Lenzuola, complementi e cose per la casa erano finiti lontano dagli occhi. Molti per la verità li ha ancora FS, a cui, secondo Anna “ho fatto la dote” trovando dolorosissimo qualsiasi tipo di incontro postumo, ho lasciato a lui quasi tutto…

Gli ho fatto la dote..già perchè FS mostra con orgoglio la sua nuova giovanissima relazione con cui presto andrà a convivere. Da mesi la sua foto su whatsapp è con questa new entry nelle pose più adolescenziali. Io, personalmente sono passata dalla rabbia allo sconforto alla sorpresa. e lì mi sono fermata, come in una sospensione del giudizio, una specie di apnea.

Ecco, la sorpresa. Ho sempre pensato che essere sorpresi fosse uno stato temporaneo. Ci si sorprende per qualcosa di inaspettato, ma poi se ne dà un senso, e la sorpresa passa, lasciando spazio a un nuovo più duraturo sentimento. Ecco, nel caso di FS, o meglio nel mio caso, la sorpresa non ha ceduto il passo a nulla. E’ rimasta un’eterna sorpresa, che mi fa corrucciare la fronte ogni volta che ci penso.

La nuova fidanzata di FS è una commessa (nulla contro! pure io ho fatto la commessa per mantenermi agli studi) ignorante, poco elegante nei modi (per non dire volgare) e superficiale, terribilmente superficiale, di quelle che ridono per nulla. Cat- mi ha detto Daniele- non è esattamente il tipo di ragazza che vorresti che avesse il tuo migliore amico, al suo compleanno io ero agghiacciato e mortificato. Ma è sicuramente una grande rivincita per te: non può competere, nè per bellezza, nè per intelligenza, nè per modi.-

Dovrebbe giovarne il tuo orgoglio. Ha aggiunto

no.

non ne giova

preferivo, avrei preferito, dico, che si trovasse una ragazza che fosse simile a me, anche meglio, più carina, più intelligente, ma che avesse comunque qualcosa, qualche tratto comune tanto da non pensare che lui con me abbia davvero sbagliato tutto, che io non ero per nulla quello che lui cercava, che lui in realtà cercava superficialità, leggerezza e idiozia.

e le mie durissime parole non sono di invidia ma di profondo sconforto per non aver capito, per aver speso i miei anni migliori dietro ad un’illusione.

e quindi ora riapro gli scatoloni e tutto sembra così illusorio e lontano, pezzi di una vita sospesa nel vuoto, dove le radici, che sembravano esserci si sono sfilacciate fino a farsi invisibili e la mia relazione con FS vaga nella mia mente come in una specie di limbo, sei anni non collocabili, un buco senza spiegazioni.

e vago nella nebbia, mentre porto gli scatoloni che sono stati d’altri, da una casa all’altra, sperando che presto, qualcosa mi rischiari.

Annunci

3 thoughts on “scatoloni

  1. Grazie di aver ricominciato… presto!!!
    Ma un mercatino delle pulci con tutti gli scatoloni che con le cose marchiate FS no????
    ti finanzi cose nuove, cose tue… tanto il mistero dell’idiozia di certe persone non sara’ di facile soluzione!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...