fiori e biglietti da FS

12079514_10153651771921211_6819601461599715883_n

penso che sia importante rendersi conto che si può sentire la mancanza di qualcosa ma allo stesso tempo non volerla indietro…

Per me è così. Ci sono giorni in cui mi manca FS terribilmente, ancora oggi. Mi manca avere una persona vicino che conosco come il palmo della mia mano e che a sua volta mi conosce. E mi manca quella complicità rarissima che vedo in poche coppie…

ma non lo rivoglio indietro.

una delle cose che mi è costata più fatica in questi mesi è stato ammettere che non ho perso l’amore della mia vita… davvero è stata la cosa più dolorosa da accettare, più della solitudine, più del vuoto. Io lo consideravo l’amore della mia vita ma non lo era. Mi sono sbagliata, certo lui ha contribuito ad indurmi in errore ma io non ho visto cose che avrei potuto vedere. e questo è davvero duro da ammettere, soprattutto per una perfezionista come me.

e quello che mi manca di più di noi forse non c’è mai stato, o c’era più probabilmente con una intensità differente rispetto a quella che percepivo. ma devo anche accettare il fatto che una parte di me sarà sempre un pochino nostalgica, non perchè sono masochista, ma perchè io in quei sei anni con lui escluso l’ultimo  ero felice, piena di speranze sul nostro futuro, ingenua, leggera. e vorrei sentirmi ancora così, e non so se ci riuscirò di nuovo.

ma non con lui.

e allora mentre apro il biglietto che mi ha lasciato insieme a un mazzo di peonie (che io adoro) mi tremano le mani, gli occhi si riempiono di lacrime, ma so che non si può tornare indietro…

Cat, non mi rispondi al telefono, non mi rispondi alle mail e hai ragione. Caty, sono un idiota, non ci sono parole per definire quello che ho fatto a te, a noi, al nostro sogno di vita insieme. Cat ho avuto paura, una paura terribile, che mi ha bloccato, mi ha agghiacciato e mi sembrava tutto offuscato. In tutto questo si è inserita J. e non do nessuna colpa a lei per la nostra rottura, avrebbe potuto essere un’altra, ero io in pallone. Cat, sono scappato, volevo sentirmi giovane che cavolo ne so, volevo poter dire che ero ancora padrone della mia vita. E non capivo che sposandoti saremo stati in due ad essere padroni delle nostre vite. Cat, sei incazzata, lo so, ho visto il disgusto nei tuoi occhi quando ci siamo visti l’ultima volta ma ti prego, ascoltami. Ascoltami per 10 minuti, ho bisogno di parlarti, di darti quelle risposte che mi avevi chiesto più volte perchè finalmente posso dartele. Non devi fare nulla, non ti chiedo nulla, non sono nella posizione… ma per favore, siediti ancora una volta vicino a me e parla con me…10 minuti. Ti abbraccio, F.

 

Annunci

4 thoughts on “fiori e biglietti da FS

  1. Non ci credoooooo.
    Quello ti lo doveva dire un paio di mesi dopo di avere fuggito, non ora. Avere dubbi è umano, quel che a fatto è giustamente inumano.
    Ora hai potuto de vedere que raza di persona è: cattivo,
    Mi dispiace, perché per forza starai di nuovo male un tempo.
    Sono contenta de leggere che sei capace di sentire la mancanza, e alla stessa volta sapere che non lo vuoi riprendere, e che sicurqmente una parte di quello che ti faceva essere felice con lui era nella tua mente (normale, alla fine la felicità è nella testa)
    Rivedilo se vuoi, à questo punto non ti cambia niente. E metti fine alle sue pazzie.
    Non gli piacera, ma non soffrira nemmeno una piccola porzione di quello che ti ha fatto soffrire a te.
    Sei persino (immagino) al dilà della voglia di vendicarti, anche se sarebbe semplice…
    Forza. Un bacione,
    Cristina

    Mi piace

  2. Se ti fa sentire meglio o se ti dovesse servire rivederlo ti consiglio di farlo, ma solo se TU ne trai un beneficio, per lui hai già fatto abbastanza.
    PS. Ci sa fare con le parole, da quello che posso capire da un semplice bigliettino.

    Mi piace

  3. Come siamo banali noi esseri umani..

    Il tuo discorso è perfettamente condivisibile, anche per me è stato difficile rendermi conto di quelle cose quindi solidarietà.

    Lui è stato ovvio e piccolo, un po’ lo capisco: non è facile a volte, essere sicuri, e dall’insicurezza escono pessimi risultati, se si unisce ad una certa debolezza d’indole.

    Sii felice tu, lui ormai ha rotto tutto quello che avevate insieme, compresi i sentimenti e quelli non si aggiustano più, sono una piantina morta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...