Cesare

Cesare ha 32 anni, appena compiuti. Mi scrive una mail e mi chiede un consiglio, mi invita anche a raccontare la sua storia qui. Quindi eccomi, cerco di riassumere.

Cesare si innamora di Bea a 18 anni, a scuola, sono in classe insieme ma lei non lo degna di uno sguardo. Nelle vacanze tra la quarta e la quinta liceo si trovano per caso nello stesso campeggio con le rispettive famiglie. Cesare e Bea in una di quelle notti passate fuori dalla tenda a chiacchierare scoprono di avere molte cose in comune, e Bea si innamora di lui. Lui lo è già da tempo. Stanno insieme un anno, poi si lasciano perchè sono young wild and free e non vogliono UNA storia importante nella vita e punto. Bea va a studiare a Padova, lui a Milano. A 21 anni lui torna a Padova per la specialistica, si infila a casa di Bea per un po’ prima di trovare un appartamento in affitto con altri studenti. Di nuovo, nelle notti passate fuori in terrazza i due si ri-innamorano. Cesare capisce che è Lei, che può aspettare, girare tutto il mondo ma è LEI che vuole vicino. Cesare e Bea si laureano, trovano lavori vicini, poi lontani, poi di nuovo vicini. “E allora le ho chiesto di sposarmi, come il cinese delle olimpiadi. Mi sono inginocchiato, le ho preso la mano, le ho detto tutto quello che avevo nel cuore e lei ha detto di sì. Io l’ho abbracciata l’ho sollevata, non ho mai smesso di ridere. Poi lei parte per conferenze e una serie di eventi, deve rimanere fuori casa per più di un mese. E lì, dall’altra parte del mondo, si rompe qualcosa. Lei torna e mi dice che non sa, che meglio se ci pensiamo bene (ma io ci ho pensato per 10 anni!!!!!!). Il suo anello nella scatola, lei fuori dalla mia vita. A pensare? A far passare del tempo? Ho il cuore a pezzi!”.

E allora aiutiamolo.

Annunci

4 thoughts on “Cesare

  1. A me quel “E lì, dall’altra parte del mondo, si rompe qualcosa” puzza un tantino…
    poi magari sono io che vedo sempre il marcio anche dove marcio non c’è…
    E poi il luogo comune, neanche troppo sbagliato, della donna che se ci deve pensare vuol dire che ci ha già pensato…
    Non saprei…

    Mi piace

    • CorvoBianco, Cesare nelle sue mail (in realtà sono due) mi spiega che è certo che non ci sia un altro. Io da parte mia non ho ragioni per non credergli. Sono d’accordo in linea generale che spesso chi dice che ci deve pensare, in realtà ci ha già pensato. Ma esiste una minima parte di popolazione mondiale che davvero quando dice di pensare sta pensando e noi non sappiamo mai se siamo così fortunati da averne un esemplare vicino!. E’ vero anche che lei se ne è andata e che questo è una decisione, sia che la ammetta sia che la taccia. Le azioni fanno più delle nostre parole.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...